Site Overlay

CONTATTI

-Brasseur Hugo-

Brasserie Pub Ristorante Pizzeria- Cosenza


Contatti Brasseur Hugo


Contatti_Brasseur Hugo

Dove ci trovi?

Indicazioni stradali

Via Francesco Simonetta 15, 87100 Cosenza


Contatti telefonici:

+39 347 449 0859


Quando ci trovi? Ecco gli orari di apertura

Aperto tutti i giorni dalle 18:00/01:00

Brasserie- Pub- Ristorante -Pizzeria


Contatti email:

Info@brasseurhugo.com

prenotazione@brasseurhugo.com


Sfoglia il nostro menù e prenota il tuo tavolo.

logo Brasseur Hugo

Ci trovi nel centro di Cosenza.

L’agenzia Nazionale Turismo racconta che….

 Sulla costa si ritrovano ancora siti neolitici che contengono antiche testimonianze umane. Le vie d’acqua sono state un collegamento prezioso fin dai tempi della Magna Grecia e in epoca romana.

Nel Medioevo la zona di Cosenza fu terra di conquista Bizantina, che portò benefici all’economia del territorio con l’introduzione di tecniche agricole e della produzione sericola, e favorì l’aggregazione sociale delle popolazioni presenti.

Gli effetti si vedono ancora oggi nell’architettura elegante e raffinata, così come hanno lasciato traccia nei secoli successivi i Normanni, gli Angioini, gli Aragonesi e gli Spagnoli

Turiscalabria racconta che….

Cosenza, detta anche Città dei Bruzi, è una delle città più antiche della Calabria e sorge sui sette colli nella valle del Crati, alla confluenza con il Busento. Le origini della città risalgono al IV secolo a.C., momento in cui il luogo era divenuto di importanza strategica per i Bruzi.

Fu dominio prima longobardo e poi bizantino, col nome di Constantia, e quindi normanna.
Tra le città capoluogo della Calabria, Cosenza occupa un posto di primo piano nel campo delle attività economiche, in forte sviluppo, nel settore culturale, grazie all’Università della Calabria, e nel campo dell’arte.


È tuttora viva l’Accademia Cosentina, che l’umanista Parrasio fondò al principio del sec. XVI e di cui fece parte, nello stesso secolo, Bernardino Telesio, il filosofo della natura. Entrambi i filosofi si annoverano tra quei dotti cosentini per cui la città fu culturalmente illustre e per i quali fu nota come l’Atene d’Italia.


Quello spirito culturale è oggi idealmente sostenuto dall’Università della Calabria, la più grande università statale della regione e primo campus universitario in Italia.

A monte della confluenza, aggrappata al pendio del colle Pancrazio e presso le sponde del Crati, sta la città vecchia, compresa di atmosfere medievali, memore della sua storia, iniziata come centro dei Bruzii. Nella pianura sottostante si è allargata con regolare trama la città nuova, a partire dagli ultimi decenni del secolo XIX.


La città antica negli ultimi anni sta rivivendo una grande vivacità. Il centro storico è uno dei più belli e antichi d’Italia, con edifici monumentali, palazzi padronali, chiese e un disegno urbano caratterizzato da vicoli stretti e tortuosi che ne caratterizzano la conformità.
La vita culturale della città è ricca di iniziative teatrali che si sviluppa soprattutto intorno al teatro di tradizione Alfonso Rendano, lo storico Cinemateatro Italia e il Teatro Stabile d’Innovazione della Calabria.

Il Museo dei Brettii, inaugurato nel 2009 nel quattrocentesco complesso monumentale di S. Agostino, è il polo culturale della città.


Di grande impatto è il Museo all’Aperto Bilotti, con numerose riproduzione di opere d’arte distribuite lungo il corso principale della città.


Di grande impatto culturale è il nuovo Museo della Scienza e Planetario, una grande cupola, incastonata all’interno di una struttura bianca in acciaio. Intitolato a Giovan Battista Amico, astronomo e studioso cosentino del Cinquecento, il museo ambisce a divenire un nuovo polo culturale per la città.

Per quanto riguarda le bellezze paesaggistiche, il territorio di Cosenza comprende aree molto diverse tra loro, passando dai quasi 2000 metri dell’altopiano della Sila Grande alle bellezze leggendarie delle coste tirreniche e ioniche, oltre ai numerosi siti d’arte e cultura disseminati in tutta la provincia.


Il Parco Nazionale della Sila e il Parco del Pollino comprendono vaste aree di biodiversità e offrono numerose attività di svago e vacanza sia nei mesi estivi che in quelli invernali.


Oltre 230 chilometri di coste lungo la provincia presentano località note per la bellezza del litorale e la diversità dei paesaggi, distribuite equamente tra Tirreno e Ionio con caratteristiche diverse e spettacolari.

-Contatti – Brasseur Hugo-

-Brasserie-Pub-Ristorante-Pizzeria-Cosenza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: