Site Overlay

OKTOBERFEST

Dove ci condurra un nuovo viaggio brasseur hugo

OKTOBERFEST BRASSEUR HUGO 2020

1. DESTINAZIONE: MONACO DI BAVIERA

oktoberfest definitivo2

Siamo pronti per un altro viaggio Brasseur Hugo.

Questa volta il treno dei sapori si ferma a Monaco di Baviera per l’Oktoberfest.

Dal 25 settembre al 9 ottobre al Brasseur Hugo vivi la festa, il viaggio sensoriale alla scoperta di sapori unici e originali ci regala tutta l’atmosfera dell’Oktoberfest. Potrai assaporare piatti tipici della tradizione Bavarese:

ottimi bratzel, gustosi wurstel giganti e tanta buona birra.

Non finisce qui …
… per i Brasseur D’or riserveremo un regalo!


images 8
WURSTEL GIGANTI

WUSTEL GIGANTI

Troppo Buoni? Facciamoli giganti!

All’Oktoberfest firmato Brasseur Hugo troverai Wurstel giganti. Ottimo è l’accostamento con le verdure saltate in padelle e delle patatine fritte. L’origine della parola Wurstel deriva dalla parola tedesca ‘hochdeutsch’, che suonerebbe Würstchen. La tipologia più diffusa è quella viennese Wiener o Wiener Würstchen nella cultura germanica. Comunemente sono preparati con carne di maiale, lavorata con acqua e aromi speciali, ma negli ultimi anni si è assistito ad un boom di varianti fatte con carne di pollo e tacchino, quelli di soia per finire con quelli Glutenfree .


bretzel
BRETZEL

BREZTEL

Pane croccante con un ingrediente caustico di antica origine alsaziana. Tra i simboli dell’Oktoberfest sicuramente il Bretzel è uno dei più importanti. L’alimento è considerato uno dei street food più popolari e amati anche nel periodo natalizio. Lo snack perfetto da consumare con un buon boccale di birra, immancabile agli Ocktoberfest.

Simbolo di fortuna e prosperità, vengono serviti nei pub o birrerie e perfino nei ristoranti dove generalmente si accompagnano ai classici wurstel e buona birra.


NEWS OKTOBERFEST MONACO DI BAVIERA

OKTOBER CANCELLATO

L’Oktoberfest 2020 è stato cancellato

Il Wiesn 2020, come viene chiamato dalla gente del posto, non può aver luogo a causa del Covid-19. Il ministro-presidente della Baviera Markus Söder ha comunicato il 21 aprile 2020 la cancellazione dell’Oktoberfest a causa della Pandemia. I retroscena, le dichiarazioni del capo di Wiesn Clemens Baumgärtner e tutte le ulteriori informazioni sul sito ufficiale.

Clicca qui


OKTOBERFEST CURIOSITA’

Lo Sapevi che l’Oktoberfest…

L’Oktoberfest è una tradizione bavarese che compie 210 anni. Venne istituita in onore del matrimonio tra il principe di Baviera Ludwig con la principessa Teresa von Sachsen-Hildburghausen il 12 ottobre del 1810.
Sebbene si chiami Oktoberfest, la festa si svolge di norma a Settembre, poiché negli anni successivi al matrimonio reale la durata della festa fu prolungata tanto da farla iniziare a settembre.

povoletto 8 1
oktoberfest Brasseur Hugo 2020

Nelle prime edizioni l’Oktoberfest la birra non era contemplata, ma si celebrava la ricorrenza con una corsa di cavalli. Solo nel 1819, la corsa di cavalli venne sostituita dai rivenditori di birra, collocando la birra sul podio dei protagonisti indiscussi della festa. Infatti, dal 1950 la festa inizia al grido di “O’zapft is!” (“E’ spillata!”), il classico annuncio che il sindaco di Monaco pronuncia aprendo il primo fusto a martellate. Gli intenditori e la tradizione dicono che meno martellate per aprire la botte, più si aumenta il proprio prestigio!

Fra i piatti più proposti all’Oktoberfest non solo i wurstel risultano essere i più apprezzati. Tra le tante specialità quella che va per la maggiore è il pollo arrosto. Seguono panino con i wurstel, Leberkaese, molto simile al wurstel ma non affumicato, Schweinebraten mit Knoedel und Jaegersosse, arrosto di maiale in salsa cacciatora, i Knoedel, palle di pasta di patate che fanno da contorno all’arrosto, e per i più affamati persino un intero bue allo spiedo.

OKTOBERFEST

Nonostante l’Oktoberfest si colloca fra una delle feste più conosciute e frequentate al mondo, i visitatori sono per lo più Tedeschi. Il dato dimostra un forte senso di appartenenza territoriale, legato soprattutto ad una tradizione ben radicata nella cultura nordica. Basti pensare che anche il tedesco Albert Einstein da giovane vi lavorò. Nel 1896 all’Oktoberfest colui che diventerà uno dei più grandi scienziati si divertiva facendo pratica come elettricista e faticando alla costruzione di uno dei tendoni.

Durante la festa grande importanza ha anche la musica e il ballo. In ogni tendone una banda di ottoni offre il dovuto accompagnamento con musica tradizionale ma anche con cover di band recenti. Si celebrano sia per i turisti che per la gente del posto sport storici, divorando un succulento cosciotto di maiale si propone pratica di tiro con l’arco per la gara annuale di balestra.

Tradizioni e cultura

In realtà dietro la goliardica tradizione alcolica del paese si cela una necessità ben più profonda.

Il sud della Baviera era caratterizzato da una forte carenza di acqua potabile, e così, per evitare il colera, la peste e altre malattie del genere, la gente del posto si dissetava con la birra, più sicura e igienica e magari anche più gustosa.

L’acqua potabile arrivò nel 19esimo secolo all’improvviso, ma era troppo tardi per rinnegare una tradizione cosi amata! Quindi bevete alla vostra salute, o “zum Wohl!”, come direbbero gli autoctoni. Brasseur Hugo presenta uno nuovo viaggio fra i sapori, alla scoperta della Baviera e delle origini della cultura della birra. Non perderti questo viaggio insieme a noi!

Menu Oktoberfest



-BrasseurHugo-

OKTOBERFEST

Pub-Pizzeria-Ristorante-Birreria-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: