Site Overlay

FaceLess, 4 ragazzi e la voglia di emozionare.

Brasseur Hugo

Birreria-Pub-Pizzeria-Ristorante-

FaceLess GardenLive

Quattro ragazzi e tanto entusiasmo. Quattro ragazzi, due chitarre, una batteria, un microfono e la voglia di emozionare. Una nota canzone di Venditti diceva ” Io mi ricordo quattro ragazzi con la chitarra e un piano forte sulla spalla…”.

Venditti raccontava nel suo brano la voglio di cambiare il mondo, del coraggio e delle ambizioni dei giovani di metà anni 80. Nonostante il tempo passa, le generazioni si evolvono e con esse la musica, ciò che rimane costante è lo spirito vivo e luminoso che caratterizza inevitabilmente la classe dei ventenni. Probabilmente in comune con i ragazzi di cui canta Venditti, i protagonisti di oggi non hanno nulla. Passioni, abitudini e modo di vivere sono oggi totalmente differenti. Ma la loro voglia di imparare, la tenacia, lo spirito di iniziativa, le paure e le insicurezze, sono le stesse.

In realtà i protagonisti di oggi sono una forza della natura, emanano luce di entusiasmo ed esplodono come vulcano in eruzione su un palco. Intraprendenti esploratori della musica in tutte le sue sfaccettature, dal jazz al blues, dal rock al pop.

Di chi parliamo?

I FaceLess, una band di giovani talentuosi, uniti dalla passione per la musica.

faceless
5 Agosto, GardenLive, Brasseur Hugo FaceLess

Decidono di fondare la band nel 2017, quando due dei quattro componenti si ritrovano in un garage con un quaderno, una penna e una chitarra. Da lì partoriscono l’idea dei Faceless. Si tratta di un gruppo di amici e conoscenti, che decidono di collaborare per portare avanti un messaggio di limpidità e trasparenza, coronato dal desiderio di emozionare. Loro sono Francesco Scrivano, Samuele Barberio, Samuel De Marco, Mirko Imbrogno.

Il nome della band, ‘FaceLess’, stuzzica molto la curiosità. Scelgono questo nome perché credono nelle mille facce dell’uomo, un po’ come sosteneva il grande Pirandello ‘Uno, Nessuno, Centomila’. C’è una caratteristica nell’uomo che è intrinseca alla natura stessa dell’individuo, di presentarsi in diversi modi ma mai in quello più limpido e sincero. Il nome della band nasce in contrapposizione a questo principio e va contemporaneamente a sostenere il messaggio cardine del gruppo.

FaceLess _scrivano
Francesco Scrivano_FaceLess

Francesco Scrivano, racconta:”Noi vogliamo inviare un messaggio di trasparenza. Crediamo sia giusto che ognuno si mostri per quello che è, senza pregiudizi o paure. Ognuno deve essere se stesso e libero di esprimersi.”

Potrebbe sembrare un concetto banale in momento storico in cui apparentemente tutti viviamo liberi nelle nostre scelte, ma in realtà si è incastrati nelle costruzioni sociali che ci legano fortemente alle apparenze. La musica diventa un canale di slancio, una valvola di sfogo, ma sopratutto un modo per ritrovarci con noi stessi, magari davanti le emozioni di un chitarra che suona e ci stimola a riflettere.

Proprio cosi è successo a Francesco Scrivano, il chitarrista che si avvicina alla musica a 16 anni. -“Passava in radio Bob Dylan, con la sua ‘Blowin’in the wind’. Mi sono emozionato. Ho deciso in quell’istante che anch’io volevo emozionare.”

Fra i tanti pezzi Francesco ne precisa uno, poichè crede sia quello che rappresenta di più sé stesso e il suo gruppo. ‘Babe I’m Gonna Leave You’ dei Led Zeppelin.-“Ricorda che tutto può finire e proprio per questo che bisogna vivere bene ogni attimo”.-

La loro band è costituita da autodidatti e non solo, ricchi di voglia di crescere insieme, di diventare sempre più complici musicalmente.

Samuel_FaceLess
Samuel De Marco_Faceless

Samuel è uno dei due membri più giovani della band e co-fondatore della stessa. La sua passione per la musica, ha raccontato, nasce prima ancora della sua nascita.

-” Sono cresciuto con una madre patita per la musica rock e mio nonno chitarrista, quindi sin da piccolo ero letteralmente circondato dalla musica. A soli 4 anni decido di studiare la batteria e da allora comincia il mio vero e proprio percorso musicale.”

Un crescendo di emozioni lo ha portato ad appassionarsi sempre di più al genere rock e blues. Ma la batteria soltanto non lo soddisfa più così decide di imparare la chitarra, il basso, il piano e l’arte della composizione e scrittura dei testi.

Samuel confessa che la passione per la scrittura di testi musicali deriva dall’influenza positiva della band Linkin Park – “Proprio per questo abbiamo deciso di fare un omaggio al cantante Chester Bennington durante la serata al Brasseur Hugo.”-


Non credo di riuscire a trovare una singola colonna sonora per la mia vita, ma qualche titolo comincia a scoppiettare nella mia mente in questo momento, e possono essere: “in the end” dei linkin park, “just breathe” dei Pearl Jam, e “Time” di Hans Zimmer.

Samuel De Marco

Samuele Barberio ha raccontato quanto la musica sia fondamentale per la sua vita e quanto ha illuminato le sue giornate. -” Per quanto essere cresciuto in un ambiente rustico e monotono, la musica per me e il mio amico Samuel De Marco è sempre stato l’oblò per prendere una boccata d’aria e sfogarsi, ed è per questo che nel 2017 fondiamo per caso e per scherzo il gruppo Faceless, nel suo garage studiando inglese. Tutt’ora la musica è il momento in cui il tempo pare sfruttato meglio, dopo lo studio e dopo tutto.”-

Mirko_Imbrogno_FaceLess
Mirko Imbrogno_FaceLess

Mirko Imbrogno, laureando in DAMS all’università della Calabria, è uno dei due chitarristi della band.
La passione per la musica, in particolare per la chitarra, nasce nel 2013 come hobby. La racconta come un percorso ed un rapporto travagliato. Si trasforma in passione all’inizio dell’estate scorsa, ed in qualcosa di più a marzo di quest’anno, grazie i FaceLess. .
-“La band per me oltre che a rappresentare una valvola di sfogo, è anche una seconda famiglia. Con loro riesco ad esprimere me stesso tramite la musica, e spero di poterci un giorno costruire qualcosa di veramente bello.”-


Una delle canzoni che mi ha ispirato di più nell’ultimo periodo e che è diventata un po’ la colonna sonora della mia vita è Nothing Else Matters dei Metallica. Non solo nel testo, ma anche nella musica, secondo me è racchiusa la vera essenza della canzone che io riesco a rispecchiare nella mia vita.

Mirko Imbrogno

Quattro ragazzi e tanto entusiasmo.

Quattro ragazzi e la voglia di sognare.

Classificazione: 1 su 5.
faceless
FaceLess_GardenLive_BrasseurHugo

Ci piacerebbe conoscere il tuo giudizio sugli eventi Garden Live.


GardenLive, cosa pensi della rassegna di tutti gli artisti?

Quale pezzo ti ha emozionato di più nella serata GardenLive del 8 Luglio?

Qual è il tuo genere preferito?


Divertiti con noi e commenta il GardenLive, Puoi condividere sui social la tua opinione.

Federica ha allietato la serata del 8 Luglio , presentato la sua musica.

Se eri presente ci piacerebbe conoscere la tua opinione,

lascia un commento in fondo alla pagina.


-Event-FACELESS-GardenLive- BrasseurHugo-

-Brasseria-Pub-Ristorante-Pizzeria-

HOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: