Brasseur Hugo
Alessia Len

Che cos’è la musica per Alessia Len?

Che cos'è la musica per Alessia Len?

Che cos’è la musica?

Alessia Len ci regala le sue emozioni e la sua storia

Brasseur Hugo porta avanti il suo impegno per la promozione di artisti locali, in un momento in cui l’industria dell’intrattenimento avverte una particolare difficoltà. Questo mese lo dedichiamo alla deliziosa voce di Alessia Len.

Alessia Len

Chi è Alessia?

WhatsApp Image 2020 11 14 at 20.54.35

Alessia Len è una cantante professionista calabrese, presente ormai da anni sul palcoscenico locale e non solo, tra eventi, locali e concerti in piazza. Abbraccia vari generi musicali fra blues, rock, dance, pop, funk. La sua carriera vanta di tanta esperienza e collaborazioni importanti. Una personalità mite e accogliente, che trasmette positività attraverso la sua voce calda e soave.

La passione per musica

Nell’ avventura alla scoperta della nascita musicale degli artisti, questa volta alla domanda relativa alla passione musicale Alessia rimane spiazzata e ci racconta quando e come inizia il suo amore.

-” Probabilmente siamo nate insieme, senza saperlo come un bimbo che appena nasce respira e non sa che succede . Inizialmente cantavo da sola, non volevo che mi ascoltasse nessuno. La prima volta che mi sono esibita era il mio diciottesimo compleanno. La musica mi ha avvolta fino a sceglierla come lavoro. Ho vissuto momenti di crisi, ma in realtà era la paura di non essere parte integrante del sistema, scegliendo di fare la cantante. Ho seguito me stessa, la mia anima, rischiando. Cuore e mente sembravano in contrasto tra loro, ma in realtà erano diretti verso la mia unica direzione: la musica, il canto!”.-

Tutti noi abbiamo un rifugio segreto, un posto, una persona o una passione che ci fa sentire sereni. Per Alessia il suo rifugio è la musica. Racconta di essere stata e di esserlo ancora una ragazza particolarmente timida. La musica non l’ha aiutata a superare la sua timidezza, ma a creare una sicurezza interiore che le regala benessere e felicità.

La parola felicità, che in questo momento storico pandemico, risulta essere cosi lontana e difficile da pronunciare. Proprio per questo le abbiamo chiesto come riempie le sue giornate da Lockdown e se la musica la aiuta.

-“Nella vita quotidiana da Lockdown ho recuperato tutto quello che avevo lasciato in sospeso a casa . Avevo iniziato a pitturare una ringhiera nel primo Lockdown, magari continuerò facendone un’altra. Per ora sto leggendo e studiando tanto. La musica è infinita e non si finisce mai di imparare, è un mondo vastissimo. Per lo più progetto per quando poi la pandemia finirà.“-

Anche se adora ascoltare e guardare i suoi colleghi, ancora non si è confrontata con il pubblico online, attraverso le dirette sui vari social. Ammette di avere difficoltà ad affrontare tale esperienza virtuale, perché lei è una sostenitrice delle emozioni vere, quelle che si vivono in live e manifesta amarezza davanti la mancanza del pubblico reale, ma è pronta, qualora avesse voglia, di sperimentare .

Alessia Len

Nonostante la sua carriera vanta di un’esperienza pluriennale, racconta che ora trascorre il suo tempo studiando, leggendo e imparando perché non si è mai sazi di conoscenza. Con emozione ricorda la sua prima band al femminile ‘Le clandestine’, con quale ha iniziato il suo percorso professionale.

Sicuramente tra le tante avventure, quella che più di tutte caratterizza la sua poliedricità musicale, è la sua esperienza sulle navi da Crociera, caratterizzata da realtà musicali differenti e gente di tutto il mondo. Non dimentica di citare con affetto i suoi collaboratori come Francesco Bruno in arte Brunodimarte (pianista tastierista e voce e cori), Danilo Di Palma (chitarrista), Giuseppe Ovetta (bassista), Fabrizio Veltri (batterista), Emanuele Calvosa (trombettista), Antonio Lonetto (Sassofonista) e tanti altri che considera parte integrante della sua vita musicale.

-“I musicisti, con i quali collaboro, sono straordinari sia musicalmente che umanamente, il sentire è più forte. Sono tutti musicisti speciali, composti da emozioni, anche loro sentono e trasmettano il loro sentire mentre suonano. Insieme è incanto magico. Dico spesso “Siamo Musica” include tutto quello che proviamo e speriamo di trasmettere ad occhi chiusi e cuore aperto.

All’invadente solida domanda -qual è l’artista preferito e se c’è una colonna sonora della sua vita – non ha svelato un nome in particolare ma rivela l’attuale interesse per artisti come Fatoumata Diawara, Lianne La Havas, confermando forte stima per Max Gazzè. Ribadisce inoltre, che la musica scandisce ogni momento della sua vita in ogni sfumatura, dunque tante colonne sonore raccontano di lei in base al #tofeel al “mio sentire”, come lo definisce lei stessa.

Il palco ogni artista lo vive diversamente. Alcuni percepiscono pressione e ansia, una forte emozione che si trasforma in un mezzo per estrapolare performance straordinarie. Altri più sfacciati vivono con orgoglio la giusta dose di egocentrismo, cavalcando trionfante l’onda dell’acclamazione. Altri invece, come Alessia, si lasciano trasportare e vivono la magia della musica.

Quando sono sul palco, davanti un microfono, assaporo l’altrove che è in me e chissà dove . Brividi che credo solo il cantare riesce a darmi. Un po’ come quando ami.
Ho provato adrenalina, gioia immensa, mi rigenera, mi libera da tutto sa essere inebriante. Senti tutti i tuoi sensi accesi e le farfalle nello stomaco.

Alessi Len

Nella sua vita futura Alessia intende camminare verso la musica. I suoi progetti sono diversi, dalla musica soft d’ascolto che possa toccare profonde emozioni, alla musica che rende spensierato e fresco il momento.


Il linea con i viaggi di Brasseur Hugo, anche Alessia ama il viaggio. Lei preferisce quello musicale e con la sua band cerca di proporlo a chi li ascolta.
Le si attribuisce il ruolo di intermediaria della musica, poiché attraverso la sua voce riesce ad emozione e far viaggiare i suoi ascoltatori in profondi viaggi interiori, quei viaggi che solo la musica può far vivere. Anche se non si appartiene alla categoria dei musicisti, tutti ne siamo affascinati dalla magia della musica che trasporta in mondi paralleli e ci fa dimenticare tutto ciò che ci intristisce. Davanti la potenza della musica, Alessia emozionata e lusingata, con grande umiltà risponde:

“Ancora non sono consapevole di questa grande responsabilità!”.

Alessia Len

-BH

Se vuoi sapere di più sugli artisti seguili su Facebook: Alessia Len

Brasseur Hugo

-Pub-Pizzeria-Birreria-Ristorante-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: